Pantelleria: è polemica sui fasci littori illuminati. Pezzino: rimuoviamoli!

Pantelleria: è polemica sui fasci littori illuminati. Pezzino: rimuoviamoli!

05/07/2020 1 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 963 volte!

Lo Storico Paolo Pezzino entra in polemica con l’Aeronautica militare per i lavori fatti nell’aeroporto di Pantelleria: “I fasci littori all’entrata andrebbero rimossi, non illuminati con il tricolore”

 

I lavori di rin­no­va­men­to nel­l’aero­por­to di Pan­tel­le­ria “non han­no nul­la a che fare con la polit­i­ca”, ma sono sta­ti real­iz­za­ti “in vista del 2 giug­no” e sono sta­ti fat­ti in altre basi aero­nau­tiche ital­iane. Così fonti mil­i­tari locali han­no spie­ga­to all’A­GI le ragioni del­la luce arti­fi­ciale che illu­mi­na l’u­ni­co ingres­so, accom­pa­g­na­to da fas­ci lit­tori, del­la strut­tura. Tut­to è sta­to real­iz­za­to, “come nel resto d’I­talia, in una fase impor­tante, in cui si vuol lan­cia­re il mes­sag­gio del­l’u­nità nazionale rac­col­ta sot­to la bandiera”.

La polem­i­ca è sta­ta innesca­ta dal­lo stori­co Pao­lo Pezzi­no, in pas­sato docente del­l’U­ni­ver­sità di Pisa, dopo la seg­nalazione, sul­la mail­ing list del­la  Soci­età ital­iana per lo Stu­dio del­la Sto­ria Con­tem­po­ranea da parte di un socio, che ave­va seg­nala­to come l’ed­i­fi­cio del­l’Aero­nau­ti­ca mil­itare sul­l’iso­la di Pan­tel­le­ria fos­se tut­to­ra carat­ter­iz­za­to da sim­boli di età fascista.  

Una caser­ma del­l’avi­azione, con pilas­tri all’in­gres­so dove, ben in vista, ci sono i fas­ci lit­tori: questi sim­boli andreb­bero rimossi”, dice Pezzi­no. “Ora c’è anche una luce tri­col­ore che illu­mi­na i pilas­tri dal bas­so il tri­col­ore può andare bene, sono i fas­ci lit­tori che andreb­bero rimossi, anche per­ché non han­no alcun val­ore artis­ti­co”.

L’aero­por­to mil­itare di Pan­tel­le­ria, costru­ito durante il regime e oggi aper­to al traf­fi­co civile, rap­p­re­sen­tò una strut­tura strate­gi­ca negli anni del­la Sec­on­da guer­ra mon­di­ale, quan­do l’iso­la rives­ti­va un ruo­lo strate­gi­co nel­la geopo­lit­i­ca del Mediter­ra­neo.

Pan­tel­le­ria fu il pri­mo lem­bo d’I­talia con­quis­ta­to dagli ango-amer­i­cani. Un mau­soleo ricor­da i mor­ti di tutte le guerre, e in par­ti­co­lare quel­li del­la battaglia aeron­avale del 1942, con la pre­sen­za delle bandiere ital­iana, inglese e tedesca.

“I lavori di rin­no­va­men­to — repli­cano i mil­i­tari — non avven­gono ogni anno, e, anzi, pro­prio in ques­ta occa­sione non abbi­amo fat­to in tem­po a far pulire i fas­ci”, seg­no che l’in­ten­to del­l’aero­nau­ti­ca mil­itare non è di “val­oriz­zare quei sim­boli, ma la sto­ria” del­la strut­tura.

In ogni caso, le stesse fonti invi­tano chi ha soll­e­va­to per­p­lessità nelle ultime ore a recar­si di per­sona nel­l’iso­la, e accer­tar­si che tut­to è sta­to fat­to solo per dare “un sen­so di ordine e pulizia” all’in­tero aero­por­to.

Fonte: Agen­zia AGI

LA RISPOSTA DELL’ASSESSORE FRANCESCA MARRUCCI

———————————-

Pao­lo Pezzi­no

Chi è lo Storico Paolo Pizzino?

Tito­lare del­la cat­te­dra di Sto­ria con­tem­po­ranea rel­a­ti­vo al cor­so di lau­rea in Sto­ria nel cor­so tri­en­nale e del cor­so di lau­rea in Sto­ria e Civiltà per la spe­cial­is­ti­ca all’U­ni­ver­sità di Pisa, è anche socio fonda­tore del­la Soci­età Ital­iana per lo Stu­dio del­la Sto­ria Con­tem­po­ranea (SISSCO), mem­bro del comi­ta­to di direzione del­la riv­ista “Pas­sato e pre­sente”, edi­to­r­i­al advi­sor del­la riv­ista “Mod­ern Italy. Jour­nal of the Asso­ci­a­tion for the Study of Mod­ern Italy”, pres­i­dente del comi­ta­to sci­en­tifi­co del Museo audio­vi­si­vo del­la Resisten­za.

È sta­to respon­s­abile per l’Università di Pisa del­la con­ven­zione di col­lab­o­razione sci­en­tifi­ca con l’Institut for Holo­caust Research­es di Yad Vashem, Gerusalemme, atti­va per il quadri­en­nio 2005–2008. È sta­to anche diret­tore del Dipar­ti­men­to di Sto­ria Mod­er­na e Con­tem­po­ranea del­la stes­sa Uni­ver­sità di Pisa dal 2000 al 2003, proret­tore per i rap­por­ti con il ter­ri­to­rio del­l’U­ni­ver­sità di Pisa dal 2003 al 2006, diret­tore del­la Scuo­la di Dot­tora­to in Sto­ria, Ori­en­tal­is­ti­ca e Sto­ria delle Arti, Uni­ver­sità di Pisa per il bien­nio 2010–2011.

Dal 1º novem­bre 2011 al 1º giug­no 2014 è sta­to dis­tac­ca­to pres­so il Cen­tro Linceo inter­dis­ci­pli­nare “Beni­amino Seg­re” dell’Accademia Nazionale dei Lin­cei, Roma.

Link a opere e biografia: https://it.wikipedia.org/wiki/Paolo_Pezzino