Pantelleria al primo posto nella Provincia per la raccolta differenziata. Soddisfazione dell’Assessore Parisi

Pantelleria al primo posto nella Provincia per la raccolta differenziata. Soddisfazione dell’Assessore Parisi

27/05/2020 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 1969 volte!

Pantelleria ancora al primo posto nella Provincia di Trapani per la raccolta differenziata.

L’Assessore Parisi: “In attesa del nuovo impianto di trattamento dell’organico, il plauso va ai panteschi sempre attenti sul tema difesa ambientale”

Con una per­cen­tua­le annua del 73,6%, e un pic­co del 78,4% nel mese di otto­bre, Pan­tel­le­ria si posi­zio­na al pri­mo posto in Pro­vin­cia di Tra­pa­ni e al 42° posto in Sici­lia sul fron­te del­la rac­col­ta dif­fe­ren­zia­ta. A cer­ti­fi­car­lo è il Dipar­ti­men­to regio­na­le del­l’ac­qua e dei rifiuti.

Un plau­so va alla popo­la­zio­ne pan­te­sca da sem­pre atten­ta sul fron­te del­la dife­sa ambien­ta­le. Infat­ti, a que­sto dato biso­gna som­ma­re anche che la rac­col­ta dif­fe­ren­zia­ta vie­ne fat­ta nel modo cor­ret­to, al pun­to che la qua­li­tà del­le fra­zio­ni è sem­pre quel­la più elevata.

Que­sto risul­ta­to non deve esse­re visto come il rag­giun­gi­men­to di un tra­guar­do, ma come un pun­to da cui par­ti­re per miglio­rar­ci anco­ra di più e por­ta­re l’i­so­la a dipen­de­re il meno pos­si­bi­le dagli impian­ti di trat­ta­men­to siciliani.

Infat­ti, si sta lavo­ran­do insie­me agli Uffi­ci al nuo­vo ban­do per il ser­vi­zio di igie­ne ambien­ta­le, nel qua­le abbia­mo l’intenzione di appor­ta­re del­le cor­re­zio­ni per ridur­re i dis­ser­vi­zi e i costi del­la raccolta.

In que­sti mesi, inol­tre, è sta­to già redat­to il pro­get­to per la rea­liz­za­zio­ne dell’impianto di trat­ta­men­to del­la fra­zio­ne orga­ni­ca dei rifiu­ti con pro­du­zio­ne di com­po­st di qua­li­tà e biometano.

L’impianto avrà la capa­ci­tà di trat­ta­re cir­ca 2.200 ton­nel­la­te annue e con­sen­ti­rà all’isola di esse­re total­men­te indi­pen­den­te dagli impian­ti sici­lia­ni, con un rispar­mio dei costi cre­scen­ti per il trat­ta­men­to dell’umido e la fine dei pun­tua­li momen­ti di emer­gen­za cau­sa­ti dal­la chiu­su­ra dei pochi impian­ti di trat­ta­men­to pre­sen­ti in Sicilia.

Il pro­get­to è sta­to pre­sen­ta­to al Dipar­ti­men­to dell’Acqua e dei Rifiu­ti per ini­zia­re l’iter di appro­va­zio­ne, e dal­le inter­lo­cu­zio­ni avu­te in que­sti mesi sia con il Diri­gen­te del Dipar­ti­men­to che con l’Assessore Pie­ro­bon, pare ci sia la dispo­ni­bi­li­tà del­la Regio­ne a finanziarlo.

Si spe­ra che i tem­pi buro­cra­ti­ci non sia­no lun­ghi così che quan­to pri­ma Pan­tel­le­ria pos­sa diven­ta­re un model­lo per tut­te le iso­le mino­ri nel­la gestio­ne dei rifiuti.

 

L’Assessore all’Ambiente

Ange­lo Parisi