Pantelleria, Fumuso: ‘Basta all’imbarbarimento della vita politica pantesca’

Pantelleria, Fumuso: ‘Basta all’imbarbarimento della vita politica pantesca’

05/03/2020 0 Di Angelo Fumuso

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1111 volte!

L’imbarbarimento della vita politica pantesca

Male non fare, paura non avere

 

È di questi giorni la notizia che il grup­po del M5S di Pan­tel­le­ria, ha inizia­to l’iter per l’espulsione del­la Sig.ra Clau­dia Del­la Gat­ta dal Movi­men­to. L’ultima goc­cia che ha fat­to tra­boc­care il vaso è sta­ta l’interrogazione e l’accusa, nell’ultimo con­siglio, ver­so l’amministrazione di aver procu­ra­to un dan­no erar­i­ale che i cit­ta­di­ni pan­teschi saran­no chia­mati a pagare. Per non par­lare del­la chiusura del­la pag­i­na FB del “Il Gior­nale di Pan­tel­le­ria”.

Ulti­mi seg­nali questi, di quan­to è peg­gio­ra­to il cli­ma del­la vita polit­i­ca isolana.

L’ul­ti­ma cam­pagna elet­torale per le elezioni comu­nali, non è sta­ta una delle più sem­pli­ci. Non è che le altre siano state delle passeg­giate… Ormai il cli­ma  politi­co è quel­lo che è, cioè molto bas­so.  

Non si par­la più di pro­gram­mi politi­ci, si cer­ca sola­mente gli scheletri nel­l’ar­ma­dio degli avver­sari.  È solo fan­go but­ta­to a piene mani sug­li avver­sari!

Fat­to questo che purtrop­po ha fat­to scap­pare tante per­sone per­bene dal­la polit­i­ca, dal­la voglia di met­ter­si in gio­co, con­vin­ti che la polit­i­ca sia solo una gigan­tesca macchi­na del fan­go.

Nel­l’ul­ti­ma cam­pagna elet­torale, abbi­amo assis­ti­to alla pub­bli­cazioni di accuse riv­olte al futuro sin­da­co, inter­ruzione dei comizi da parte di avver­sari politi­ci, agli insul­ti (anche ses­sisti) alle donne di diver­si par­ti­ti, trat­tate come pros­ti­tute da una pag­i­na anon­i­ma di Face­book. 

Questi ulti­mi mesi han­no vis­to poi, un ulte­ri­ore peg­gio­ra­men­to di questo imbar­bari­men­to del­la nos­tra polit­i­ca isolana. La Bes­tia salvini­ana ha dei buoni imi­ta­tori,  sia a destra che a sin­is­tra qui a Pan­tel­le­ria. 

Mes­sag­gi d’intimidazione, vio­lazione del­la pri­va­cy e dif­fu­sione di foto pri­vate. Sap­pi­amo che sono state fat­te delle denunce  e ci aspet­ti­amo che la  gius­tizia sco­pra gli autori di questi  gesti.  

 Dal momen­to che il Sin­da­co Cam­po ha tolto le deleghe all’Ass. Clau­dia Del­la Gat­ta, abbi­amo assis­ti­to ad un ulte­ri­ore peg­gio­ra­men­to del cli­ma politi­co isolano, già di per sé bas­so.

Guer­ra inter­na al Movi­men­to 5 Stelle? Pratiche non lecite da parte di una cer­ta oppo­sizione? Par­ti del Comune in guer­ra con­tro l’amministrazione?

 

Tali ques­tioni ricadono, volen­ti o no, sul­l’in­tegrità morale del­l’iso­la e degli abi­tan­ti di Pan­tel­le­ria. Serve rasser­enare il cli­ma e dare risposte chiare ed esauri­en­ti e un gius­to input alla macchi­na ammin­is­tra­ti­va comu­nale.

Il gior­nale online, Tp24 si è con­cen­tra­to  su  tre ques­tioni, con questi titoli: 

  1. Il il con­flit­to di inter­esse del­l’asses­sore allo Sport;

  2. la Coop dei con­siglieri 5 stelle, altro con­flit­to di inter­es­si;

  3. la pisci­na abu­si­va vicesin­da­co Cinque Stelle di Pan­tel­le­ria.

 

Il Sin­da­co Vin­cen­zo Cam­po, nell’ultimo Con­siglio Comu­nale, ha let­to una rispos­ta a queste accuse pret­ta­mente tec­ni­ca, sicu­ra­mente redat­ta da avvo­cati esper­ti. Una relazione di non facile inter­pre­tazione per la cit­tad­i­nan­za e per il cit­tadi­no comune: nes­suno di noi conosce la legge così appro­fon­di­ta­mente per val­u­tar­la!

Non è la rispos­ta chiara, sem­plice ed esauri­ente che il cit­tadi­no comune aspet­ta! Ci vuole uno sfor­zo mag­giore ed essere più chiari! Come dice un vec­chio prover­bio lati­no, “male non fare, pau­ra non avere”.

Noi del Comi­ta­to “Iso­la di Pan­tel­le­ria” pen­si­amo che la polit­i­ca, quel­la vera, sia un’altra cosa! Vor­rem­mo par­lare e bat­ter­ci per il futuro di quest’isola e non par­lare sem­pre di fan­go e di fac­cende d’interesse pri­va­to. Ci sem­bra che questo tipo di fare polit­i­ca dia alle per­sone, l’immagine dei soli­ti quat­tro cani avven­tati su un osso, solo per ragioni per­son­ali e d’interesse.

 Di fronte al peri­co­lo che sta cor­ren­do l’Agricoltura, che por­ta sull’isola due mil­ioni di euro, alla chiusura del pun­to nasci­ta, che lede il dirit­to di nascere sull’isola e a un tur­is­mo anco­ra asfit­ti­co, rispet­to alle nos­tre poten­zial­ità,  dedi­care tem­po a queste mes­chinità, non è profi­c­uo per la vera polit­i­ca.

Pen­si­amo anche ai tan­ti altri e numerosi prob­le­mi che ci afflig­gono e che non han­no avu­to anco­ra soluzione. Pen­si­amo che la polit­i­ca isolana, non stia dan­do le risposte che i cit­ta­di­ni vor­reb­bero e ci chiedono e che si mer­i­tano.

Per­tan­to questo “Comi­ta­to Iso­la di Pan­tel­le­ria” con l’avallo dei suoi respon­s­abili provin­ciali, Francesca Incan­dela e Gia­co­mo Scala, si dis­so­cia da questi com­por­ta­men­ti politi­ci e aus­pi­ca di ritornare a par­lare e a fare polit­i­ca vera.

In Con­siglio Comu­nale è sta­ta fat­ta la richi­es­ta che tut­ta ques­ta vicen­da (con gli atti e le relazioni dell’ultimo con­siglio), passi­no sot­to l’esame e il giudizio del­la Procu­ra del­la Repub­bli­ca di Tra­pani.

A questo pun­to, solo la Procu­ra del­la Repub­bli­ca di Tra­pani, i risul­tati delle diverse denunce e le giuste risposte dell’amministrazione, saran­no in gra­do di ren­dere più chiaro e traspar­ente il cli­ma politi­co isolano.

Pan­tel­le­ria aspet­ta e pre­tende risposte e soprat­tut­to chiede che si ritorni a par­lare di polit­i­ca e si cer­chi di risol­vere i suoi prob­le­mi!

 

Ange­lo Fumu­so

Respon­s­abile del “Comi­ta­to Italia Viva Iso­la di Pan­tel­le­ria.