Situazione fanale del Porto di Pantelleria: il Comune non può eseguire interventi senza l’autorizzazione della Regione

Situazione fanale del Porto di Pantelleria: il Comune non può eseguire interventi senza l’autorizzazione della Regione

15/01/2020 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 372 volte!

Situazione fanale del Porto di Pantelleria: il Comune non può eseguire interventi senza l’autorizzazione della Regione

Come noto, le mareg­giate che si sono abbat­tute sull’Isola di Pan­tel­le­ria nel peri­o­do natal­izio han­no dan­neg­gia­to il fanale pos­to a seg­nala­men­to del­la sec­ca di San Leonar­do. Per tale ragione con l’Ordinanza del Capo del Cir­con­dario Marit­ti­mo e Coman­dante del Por­to di Pan­tel­le­ria n. 19 del 30/12/2019 è sta­to vieta­to l’ingresso e l’uscita dal Por­to di Pan­tel­le­ria nelle ore not­turne.

Il Comune, appe­na ha avu­to notizia del dan­neg­gia­men­to, si è subito atti­va­to per risol­vere il prob­le­ma in modo da ripristinare il pri­ma pos­si­bile le con­dizioni di sicurez­za e per­me­t­tere l’ingresso e l’uscita delle unità navali anche nelle ore not­turne.

Il pri­mo inter­ven­to ese­gui­to è con­sis­ti­to nel­lo smon­tag­gio del palo sul quale era posizion­a­to il fanale e, con­tem­po­ranea­mente, si provvede­va a con­tattare le ditte per richiedere dei pre­ven­tivi per la for­ni­tu­ra di un nuo­vo fanale.

La rispos­ta rice­vu­ta non è sta­ta incor­ag­giante in quan­to i tem­pi per la con­seg­na era­no supe­ri­ori a 30 giorni.

A peg­gio­rare la situ­azione è sta­to il fat­to che l’Assessorato Regionale delle Infra­strut­ture e del­la Mobil­ità, cui spet­ta la com­pe­ten­za dei por­ti, al momen­to non può autor­iz­zare il Comune ad eseguire gli inter­ven­ti in via sos­ti­tu­ti­va in quan­to la Regione è pri­va di bilan­cio di pre­vi­sione e non ha anco­ra approva­to la legge che autor­iz­za l’esercizio provvi­so­rio.

Il Comune, da parte sua, non può far­si cari­co di eseguire inter­ven­ti sen­za una pre­ven­ti­va autor­iz­zazione dell’Ente com­pe­tente, per cui si è costret­ti ad atten­dere, se non pro­prio il bilan­cio di pre­vi­sione 2020, almeno l’approvazione del­la legge regionale che autor­iz­za l’esercizio provvi­so­rio.

Al momen­to, quin­di, l’ingresso e l’uscita delle unità navali nel Por­to di Pan­tel­le­ria pos­sono avvenire solo nelle ore diurne, come ordi­na­to dal Capo del Cir­con­dario Marit­ti­mo e Coman­dante del Por­to di Pan­tel­le­ria.