Tre milioni a Pantelleria per l’efficientamento energetico. Intervista a Parisi

Tre milioni a Pantelleria per l’efficientamento energetico. Intervista a Parisi

03/12/2019 0 Di Flavio Silvia

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 327 volte!

Tre milioni al Comune di Pantelleria per l’efficientamento energetico, novità sulle scuole, sulla Mediateca, sulla strada del Lago e sull’asfalto. L’Assessore Angelo Parisi risponde alle nostre domande sulle novità del suo assessorato

di Flavio Sil­via

Abbi­amo incon­tra­to l’Asses­sore ai Lavori Pub­bli­ci di Pan­tel­le­ria, Ange­lo Parisi, e lo abbi­amo sen­ti­to su una serie di impor­tan­ti novità, tra cui un finanzi­a­men­to di 3 mil­ioni di euro dal Min­is­tero del­lo Svilup­po Eco­nom­i­co per l’ef­fi­cien­ta­men­to ener­geti­co, che riguardano le scuole, la Medi­ate­ca, il Canile, la stra­da del Lago di Venere e non ulti­mo un chiari­men­to sul­la situ­azione del­la stra­da di San Vito seg­nala­ta per ben due volte dal Sign­or Belvisi.

Assessore Parisi, quali novità ci sono nel settore dei Lavori Pubblici?

Ricev­er­e­mo un finanzi­a­men­to di cir­ca 3 mil­ioni di euro dal Min­is­tero del­lo Svilup­po Eco­nom­i­co per l’efficientamento ener­geti­co degli edi­fi­ci sco­las­ti­ci di Scau­ri, Via Dante, Via Sal­i­bi, del­la Medi­ate­ca e del Canile Munic­i­pale.

Gra­zie ai lavori che ver­ran­no effet­tuati con queste ristrut­turazioni, a lavori ulti­mati avre­mo un notev­ole risparmio dei con­su­mi ener­geti­ci, quin­di risparmio per le casse comu­nali.

Inoltre, sti­amo richieden­do un finanzi­a­men­to anche per gli edi­fi­ci che ospi­ta­vano le scuole di Sibà e Bukku­ram.

E a che punto è la strada del Lago? 

Il RUP, Geome­tra Gam­bi­no, ha con­clu­so le oper­azioni di ver­i­fi­ca delle anom­alie iner­en­ti alla gara per i lavori di mes­sa in sicurez­za del cos­tone roc­cioso del­la stra­da del lago e in set­ti­mana invierà tut­ta la doc­u­men­tazione all’ufficio del com­mis­sario che dovrà pro­cedere con l’affidamento dei lavori all’impresa aggiu­di­cataria. C’è sta­ta un’opera meti­colosa per cer­care di evitare che suc­ce­da quan­to accadu­to la vol­ta scor­sa e cioè che l’impresa esclusa abbia i pre­sup­posti per fare ricor­so al TAR.

C’è in sospeso anche la situazione dei lavori alla Scuola Media…

Come è sta­to comu­ni­ca­to all’ultimo Con­siglio Comu­nale, l’impresa che sta­va eseguen­do i lavori del­la Scuo­la Media e ave­va prob­le­mi finanziari, sem­bra abbia trova­to una prob­a­bile via d’uscita e che nel più breve tem­po pos­si­bile i lavori ripar­ti­ran­no, speran­do che l’edificio pos­sa essere disponi­bile per l’inizio del prossi­mo anno sco­las­ti­co. Nell’incontro che si è tenu­to pres­so la Pres­i­den­za del­la Regione, il giorno 18 novem­bre, ci è sta­ta comu­ni­ca­ta anche la pos­si­bil­ità di finanziare i lavori di rifaci­men­to del­la palestra del­la Scuo­la Media.

Ora la domanda è d’obbligo: quando si metterà l’asfalto alla strada di San Vito. Il nostro lettore, il Sig. Belvisi, ci ha inviato la sua segnalazione per ben due volte. Lei aveva risposto che si aspettava l’arrivo dell’asfalto con la nave. Questo asfalto è arrivato?

Voglio chiarire subito che fare arrivare l’asfalto a cal­do a Pan­tel­le­ria non è sem­plice, per­ché bisogna che com­ba­ci­no almeno quat­tro situ­azioni: la disponi­bil­ità dell’impianto di pro­duzione dell’asfalto a cal­do, il trasporto via mare che deve avvenire per forza di notte in modo che l’asfalto arrivi la mat­ti­na, arri­vo nelle gior­nate che van­no dal lunedì al giovedì ed infine le con­dizioni meteo devono essere favorevoli.

Vole­vo speci­fi­care che l’amministrazione non fa lavori per creare dis­a­gi, ma per fornire servizi, tipo l’allaccio all’acquedotto pub­bli­co, che nat­u­ral­mente com­por­tano dei dis­a­gi tem­po­ranei. I lavori iniziano con l’affidamento e si con­cludono con il ripristi­no del­lo sta­to dei luoghi, quin­di, vor­rei tran­quil­liz­zare il Sig. Belvisi ed i cit­ta­di­ni tut­ti dicen­do che i lavori anco­ra non si sono con­clusi, nes­suna dit­ta è ‘scap­pa­ta’, come ho sen­ti­to dire, e nes­suna dit­ta ha anco­ra incas­sato un cen­tes­i­mo per quei lavori.

Per i lavori del­la stra­da di San Vito, ad esem­pio, la dit­ta si era orga­niz­za­ta per ripristinare gli scavi con l’asfalto ed infat­ti, come si può ben vedere, ave­va provve­du­to alla scar­i­fi­ca dei trat­ti in ques­tione e ha fat­to arrivare la fini­trice. Il fat­to che una delle quat­tro situ­azioni pri­ma citate non si sia ver­i­fi­ca­ta, ha com­por­ta­to un’ulteriore perdi­ta di tem­po, una sec­on­da ripro­gram­mazione dei lavori ed infine la non real­iz­zazione degli stes­si fino ad oggi, per­ché nel frat­tem­po il mal­tem­po ave­va di nuo­vo bloc­ca­to i trasporti via mare.

Quin­di, si è con­corda­to che se entro i prossi­mi giorni non si rius­cirà ad asfaltare i trat­ti in ques­tione, si provved­erà a livel­lar­li con cal­ces­truz­zo, pos­tic­i­pan­do l’asfaltatura a quan­do le con­dizioni lo per­me­t­ter­an­no.

Con­tem­po­ranea­mente, ho dato indi­cazioni agli uffi­ci di provvedere al riem­pi­men­to delle buche già esisten­ti con l’utilizzo dell’asfalto a fred­do.