Pantelleria, Siremar: ancora corse cancellate e proteste per il rumore a Trapani

Pantelleria, Siremar: ancora corse cancellate e proteste per il rumore a Trapani

13/05/2019 0 Di Francesca Marrucci

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 424 volte!

Ancora traghetti annullati ieri per Pantelleria e a Trapani i residenti del porto raccolgo firme contro il rumore del traghetto Siremar

di Francesca Mar­ruc­ci

La situ­azione dei traghet­ti che col­legano Tra­pani a Pan­tel­le­ria è ormai diven­ta­ta una telen­ov­ela dal copi­one tan­to assur­do quan­to dram­mati­co. Non è bas­ta­ta la let­tera del Sin­da­co Cam­po che ad aprile denun­ci­a­va l’inadeguatezza da parte del­la Caronte&Tourist (Sire­mar) riguar­do alla ges­tione delle trat­te, a fronte dei con­tinui guasti alle navi, prob­le­mi sui traghet­ti e can­cel­lazioni per mal­tem­po con­tin­u­ano. Anche ieri la Sire­mar ha reso noto che sarebbe sta­ta annul­la­ta la cor­sa delle 23 per Pan­tel­le­ria, causa mal­tem­po.

Oltre al mal­tem­po, che quest’anno è sta­to una vera pia­ga, e ad i guasti, le navi che ser­vono Pan­tel­le­ria, ora incon­tra­no un altro prob­le­ma, ma sull’Isola Madre.

I res­i­den­ti del­la zona del por­to di Tra­pani, infat­ti, han­no avvi­a­to una petizione, con rel­a­ti­va rac­col­ta firme, con­tro il traghet­to del­la Sire­mar, che col­le­ga il capolu­o­go con Pan­tel­le­ria. Per­ché? La nave, attrac­ca nei pres­si del­la stazione marit­ti­ma e men­tre staziona deve usare un grup­po elet­trogeno che dis­tur­ba l’intero quartiere con il rumore che pro­duce durante il giorno, ma spes­so anche durante la notte, se le con­dizioni atmos­feriche non con­sentono alla nave di par­tire per Pan­tel­le­ria, come è suc­ces­so ieri sera.

A denun­cia­re la situ­azione non sono solo i res­i­den­ti, ma anche gli impren­di­tori che gestis­cono B&B ed altre infra­strut­ture che han­no recepi­to le lamentele dei pro­pri ospi­ti. E se men­tre in inver­no, le finestre chiuse aiu­tano ad attutire il rumore, con l’arrivo del­la bel­la sta­gione e del cal­do, il prob­le­ma inizia ad essere davvero serio.

Le firme rac­colte sono già state con­seg­nate alla Cap­i­tane­r­ia di Por­to di Tra­pani, anche se ques­ta non è la pri­ma vol­ta che i res­i­den­ti di Viale Regi­na Ele­na protes­tano. Fino­ra la loro voce è rimas­ta però sem­pre inascolta­ta.

 

Foto di Tom­ma­so Brignone